Live&Football

FootballShare

Focus Romania

Focus Liga 1 Romania – Etapa 7 e 8

Focus Liga 1 Romania – Etapa 7 e 8. Cade per la prima  volta in stagione il Cluj al Dr. Constantin Radulescu contro il Craiova di Bergodi. Male anche il FCSB che non approfitta gli errori degli uomini di Petrescu e scivola al terzo posto. Il Craiova, per la prima volta in stagione, passa al primo posto e ora può sognare. Tutto questo e molto altro nella Etapa 7 e 8 della Liga 1 Betano.

Focus Liga 1 Romania – Etapa 7 e 8

Partiamo dagli anticipi giocati in settimana, con il Craiova che espugna il campo del Cluj per la prima volta in stagione. Gli uomini di Bergodi si portano in vantaggio grazie alle reti di Koljic (che play – off per lui!) e Mihaila, prima di essere recuperati dal bomber Deac e Vinicius. A due dalla fine, è Cicaldau a regalare la gioia alla squadra degli italiani Pigliacelli e Bergodi, ostacolando seriamente i piani dei Ferrovierii.

La gioia di Bergodi.

 Altro big match giocato è sicuramente quello tra Astra e FCSB. Stesso risultato, stavolta a favore dei padroni di casa, grazie alla doppietta di Alibec e la rete di Seto. Per i capitolini, non bastano le reti di Man ( si vocifera di un interessamento dell’Atalanta) e Popescu. FCSB che sciupa l’occasione di scavalcare il Cluj, ma va dato atto agli uomini di Andone dello splendido campionato fatto fin qui. Nei play – out, vince incredibilmente il Clinceni contro il Sepsi Osk, grazie alla rete di Sut. Ennesima vittoria del Voluntari che, da quando siede Teja sulla panchina, sa solo vincere e questa volta ai danni del malcapitato Chindia. 

Perde la Dinamo a Ovidiu contro il Viitorul, grazie a Ghita, con gli uomini di Hagi sono saldamente al comando della classifica. Infine ottima vittoria dell’Hermannstadt a Iasi, con un pirotecnico 2-3 grazie alle reti di Pires, Voda e Debeljuh. Altro turno iniziato con un’altra vittoria esterna per il Craiova, questa volta a Medias contro un buon Gaz. Gli uomini di Uhrin Jr. vanno in vantaggio con Romeo ma sono raggiunti nel finale da Mihaila e Cicaldau. Craiova che rimane saldamente in prima posizione anche grazie al pareggio dei Ferrovierii a Giurgiu, fermati sul 2-2. Altro pareggio per l’FCSB che non riesce a cambiare marcia e a sorpassare il Cluj. 

L’ 1-1 contro il Botosani porta le firme di Coman e Tiganasu, ma gli uomini di Vintila hanno giocato per oltre ottanta minuti in inferiorità numerica dopo l’espulsione di Cristea. Il Poli si riscatta e vince in casa contro un Sepsi in caduta libera. Prima Luckassen, poi Horsia e infine  l’autogol di Tincu stendono gli ospiti che ora vedono sempre più lontano il primo posto e un misero distacco di tre punti dagli spareggi per non retrocedere. Vince finalmente la prima partita dopo il ritorno la Dinamo, grazie alla rete dell’italiano Fabbrini nel finale.

Il Voluntari, una delle squadre più in forma.

Focus Liga 1 Romania – Etapa 7 e 8 | I RISULTATI

Poli Iasi – Sepsi = 3-1

Clinceni – Dinamo = 1-3

Cluj – Craiova = 2-3

Astra – FCSB = 3-2

Viitorul –Dinamo = 1-0

Clinceni – Sepsi = 1-0

Voluntari – Chindia = 2-0

Gaz – Craiova = 1-2

FCSB – Botosani = 1-1

Focus Liga 1 Romania – Etapa 7 e 8 | LE CLASSIFICHE

PLAY  – OFF: Craiova 38, Cluj 37, Astra 29, FCSB 28, Botosani 28, Gaz Metan 25

PLAY – OUT: Viitorul 34*, Voluntari 27*, Clinceni 26, Sepsi 24, Poli Iasi 21, Hermannstadt 21**, Dinamo 20**, Chindia 17**

*una partita in meno

**due partite in meno

Focus Liga 1 Romania – Etapa 7 e 8 | IL COMMENTO

Focus Liga 1 Romania – Etapa 7 e 8. Sul discorso titolo, la situazione è cambiata nel giro di pochi giorni. Un Cluj indomabile e senza mai commettere errori si è visto far sfuggire il primo posto dalla banda di Bergodi. Il punto di distacco permette agli uomini di Petrescu di sognare il titolo quando mancano oramai due match, ma una possibile vittoria del Craiova sarebbe un miracolo paragonabile al Leicester nel 2016. Ricordo che Bergodi arrivò a Craiova a Gennaio, dopo la brutta parte di stagione con il Voluntari, per cercare di piazzare il Club in Europa. Bene l’Astra che continua la sua marcia verso l’Europa League, mentre l’FCSB rischia di finire quarto dopo tutte le spese fatte. Difficile che ciò accada, ma le partite rimaste sono due, per cui l’obbiettivo massimo rimane il terzo posto.  

Discorso play – out ancora più ingarbugliato e difficile, visto che molte squadre hanno una o due partite da recuperare dopo la pausa forzata. Partendo dal basso, difficile prevenire una salvezza del Chindia, squadra sempre in difficoltà. Chi invece deve e, a parer mio, dovrà riprendersi è la Dinamo. La rosa è adatta al campionato e gli uomini di Mihalcea devono fare di più per salvarsi dal baratro della Liga 2.  Caduta libera per Sepsi e Hermannstadt che ora rischiano grosso visto che Clinceni e Iasi sembrano essersi svegliate. Sarà una lotta intrigante tra queste cinque squadre citate, visto che il Viitorul è matematicamente salvo, mentre considero il Voluntari fuori da questi tipi di discorsi. Tra recuperi e ultime gare di campionato, sarà una settimana di immersione  totale nel campionato rumeno, tra verdetti e semifinali di coppa.

Live&Football è anche sui social. Metti il like sulla nostra pagina Facebook e diventa nostro follower su Instagram.

Fabio Gemelli.

LEAVE A RESPONSE

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *