Live&Football

FootballShare

Piotr Zielinski
Italia Serie A

Atalanta-Napoli 4-2: gli azzurri naufragano ancora

Atalanta-Napoli 4-2: partenopei alla deriva, cadono anche a Bergamo. Troppi errori in difesa. Osimhen finisce in ospedale

Atalanta-Napoli 4-2: al Gewiss Stadium s’impongono i padroni di casa guidati da Gasperini (espulso) in un match dalle due facce.

Orobici con il classico 3-4-2-1; Zapata unica punta supportata da Muriel e Pessina, Maehle e Gosens esterni a tutta fascia. In casa azzurra Gattuso perde anche Insigne bloccato dal mal di schiena. Osimhen unica punta con Politano ed Elmas; Zielinski trequartista.

Piotr Zielinski (Twitter SSC Napoli)

Primo tempo

La gara è equilibrata nei primi minuti di gioco, partita aperta, con Napoli ed Atalanta che cercano di prendersi rispettivamente le misure. I partenopei giocano soprattutto sulla corsia destra, dove Politano sempre in palla. L’Atalanta risponde sull’asse colombiano; gli azzurri, però, si chiudono bene. Alla metà della prima frazione di gioco l’Atalanta inizia a prendere il sopravvento; al 26′ espulso Gasperini per una protesta troppo veemente. Al 33′ Gosens, servito da Pessina, calcia a lato. Due minuti dopo Politano cerca Osimhen sugli sviluppi di una punizione, incornata del nigeriano e palla alzata sulla traversa da Gollini. Nel finale, al 41′ occasione per i nerazzurri ma Zapata manca l’impatto con la sfera in area.

Secondo Tempo

La ripresa si apre con il Napoli subito sotto al 51′; Muriel dalla sinistra crossa al centro e Zapata – marcato da Mario Rui (!) – ha vita facile ed impallina Meret. Il vantaggio, però, dura poco. Grande reazione azzurra ed al 58′ è 1-1; lancio spettacolare di Politano per Zielinski e gran destro al volo di rara bellezza del polacco. Gara riaperta ma il Napoli va di nuovo sotto al 64′. Muriel serve Zapata; stavolta il colombiano passa a Gosens che riporta i suoi in vantaggio, lasciato solo soletto in area. Il napoli, però, anche stavolta reagisce; Insigne (subentrato ad Elmas) al 69′ calcia in porta ma Gollini respinge. Il tris, però, arriva al 71′. Bakayoko perde palla e lancia Muriel che scarica in porta per il 3-1. Sembra finita ma il Napoli reagisce con orgoglio. Traversone per Osimhen ma Gosens è goffo e beffa Gollini. Ci sarebbe tempo per recuperare ma al 79′ altro orrore della difesa. Angolo calciato da Muriel e gol di Romero. La gara finisce qui.

Nei minuti finali tanta paura per Osimhen che cade a terra e batte violentemente la testa. Il nigeriano perde i sensi e viene trasportato all’ospedale. Per lui trauma cranico. Piove sul bagnato in casa azzurra.

Tabellino Atalanta-Napoli 4-2

ATALANTA (3-4-2-1): Gollini 6; Toloi 6,5; Romero 7; Djmsiti 6,5; Maehle 6 (89′ Sutalo s.v.), De Roon 6; Freuler 6,5 (78′ Pasalic s.v.), Gosens 7; Pessina 6,5 (83′ Palomino s.v.); Muriel 7,5 (83′ Miranchuk s.v.), Zapata 7,5 (89′ Malinovskyi s.v.). A disposizione: Rossi; Sportiello; Lammers; Caldara; Kovalenko; Ruggeri; Ilicic; Pasalic. All: Gasperini

NAPOLI (4-2-3-1): Meret 6; Di Lorenzo 4,5; Rrahmani 5,5; Maksimovic 5,5 (77′ Koulibaly s.v.); Mario Rui 4,5 (77′ Ghoulam s.v.); Fabiàn 5; Bakayoko 4,5; Politano 6,5; Zielinski 6 (83′ Lobotka s.v.), Elmas 4 (52′ Insigne 6), Osimhen 5. A disposizione: Contini, Idasiak, Zedadka, Insigne, Koulibaly, Ghoulam, Costanzo, D’Agostino, Cioffi, Labriola, Lobotka. All.: Gattuso

Marcatori: 51′ Zapata (A), 58′ Zielinski (N), 64′ Gosens (A), 71′ Muriel (A), 75′ aut. Gosens (A), 79′ Romero (A)

Ammoniti: Di Lorenzo (N), Djimsiti (A), Gosens (A)

Giovanni Spinazzola

Live&Football è anche sui social. Metti il like sulla nostra pagina Facebook e diventa nostro follower su Instagram.

LEAVE A RESPONSE

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *