Live&Football

FootballShare

Italia

Spezia – Parma 2-2: una doppietta di Gyasi riprende gli emiliani

Spezia – Parma: preview

Il turno di A si apre, dopo il rinvio di Torino – Sassuolo, con lo scontro dell’Alberto Picco in cui i locali e il Parma si contendono punti pesanti in ottica salvezza: quasi disperata la situazione dei gialloblu, che la “cura D’aversa” ( due punti in sette gare) non ha risollevato, tranquilla, ma non troppo, la situazione del team di Italiano, indiscutibile squadra rivelazione dell’anno sotto il profilo di punti e gioco. Il tecnico di Karlsruhe, nonostante il rientro di Nzola e la disponibilità di Galabinov, insiste su Agudelo “falso nueve” assistito dalla coppia Gyasi-Saponara; a centrocampo Ricci play, mentre la difesa si poggia sul tandem Ismajli-Erlic. D’Aversa, già alle prese con una lunga lista di insisponibili, perde nel riscaldamento anche Cornelius, per un undici iniziale che vede i ducali privi di un vero numero nove; per il resto Osorio in luogo dello squalificato Bani in difesa ed il trio Hernani-Kurtic-Kucka nel cuore del campo.

Doppio vantaggio emiliano

Sin dalle prime battute, nonostante un ritmo tutt’altro che trascendentale, gli ospiti danno l’impressione di essere più presenti in campo di uno Spezia piuttosto abulico; non sorprende più di troppo, quindi, il vantaggio dei ducali, che giunge al minuto diciassette grazie ad una azione personale di Yann Karamoh: ottima l’accelerazione del francese sulla trequarti destra, poi terminata con una sublime conclusione a giro di sinistro sul palo opposto che non lascia diritto di replica a Provedel. Il Parma, caricato dal vantaggio, continua ad essere più pericoloso degli avversari e, otto minuti dopo, trova addirittura il raddoppio grazie ad un Hernani abile a deviare, ad un passo dalla porta, la punizione di Brunetta.

In tutto questo lo Spezia è colpevolmente assente e ben lontano dalle (numerose) belle prestazioni offerte in stagione: la squadra di Italiano è opaca ed insufficiente in una manovra che non risulta fluida permettendo alla difesa ospite di rischiare poco o nulla. I padroni di casa troverebbero però al rete sul finale del primo tempo, con un colpo di testa di Maggiore, ma il fuorigioco poi di Bastoni (autore deal cross) visualizzato dal VAR invaliderà la rete. Le due squadre vanno negli spogliatoi con il doppio vantaggio della squadra emiliana.

Ruggito ligure

Lo Spezia cambia il centrocampo (dentro Leo Sena e Acampaora per Ricci ed Estevez) e ad inizio ripresa trova, questa volta senza sorprese, il goal: grande azione di Maggiore che controlla alla grande il lancio di Leo Sena per poi servire un pallone a Gyasi che, indisturbato davanti la porta, deve solo spingere in rete. La segnatura regala ancor più vivacità al match che vede lo Spezia più carico e convincente nel suo nuovo schieramento, mentre il Parma perde certezze ma trova comunque il modo, tramite l’azione personale di Mihaila ben respinta da Provedel, di sfiorare la terza rete.

Ma sarà una rara eccezione in una frazione che vedrà i padroni di casa continuare ad attaccare ( dentro anche il rientrante Nzola) sino a trovare, a venti dalla fine, il pari grazie ancora Gyasi, abile a tramutare in rete l’assist di Verde. Il Parma ora si è in grande affanno, anche per uno schieramento che con il passare dei minuti, tramite i cambi optati da D’Aversa, è divenuto puramente conservativo per una fase offensiva che si basa esclusivamente sulla qualità( e i sette polmoni) di un positivo Mihaila.

Gli ultimi minuti saranno all’insegna della stanchezza e di un comprensibile nervosismo vista la posta in palio: volteggieranno cartellini( quattro in dieci minuti), ci sarà una buona occasione per Kucka su punizione, ma non cambierà un risultato finale che, per come si era messa la gara, porta un punto importantissimo in casa ligure. Un pareggio che invece cambia ben poco per la classifica di un Parma, che si conferma vivo, ma che rimane lontano dalla salvezza.

Spezia – Parma: il tabellino

Marcatori: 17’Karamoh(P), 25’Hernani(P), 52′ e 71’Gyasi(S),

Ammoniti: 9’Brunetta(P), 21’Ricci(S), 50’Hernani(P), 83’Kurtic(P), 84’Gagliolo(P), 87’Nzola(S), 89’Acampora(S)

Spezia (433) Provedel 6; Vignali 5, Ismajli 5,5, Erlic 5,5, Bastoni 6(dal 70’Nzola); Estevez 5,5(dal 46’Leo Sena 6,5), Ricci 5(Dal 46’Acampora 6), Maggiore 6,5; Gyasi 7,5, Agudelo 5, Saponara 5(Dal 27’Verde 6). All: Italiano

Parma (433) Sepe 6; Conti 5,5, Osorio 5,5, Gagliolo 5,5, Pezzella 6; Kucka 6, Kurtic 6, Hernani 6(dal 78′ Valenti sv); Karamoh 7(dal 63’Grassi 6), Brunetta 5,5(dal 56’Busi 5,5), Mihaila 6,5(dal 78′ Man sv). All: D’Aversa

Pierluigi Cuttica

LEAVE A RESPONSE

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *