Live&Football

FootballShare

Esclusive

ESCLUSIVA – Ilario Pensosi: “Campionato ha rispecchiato pandemia. Sul mercato…”

Il campionato 2020/2021 è ormai un ricordo; l’Inter ha spezzato l’egemonia della Juve, i bianconeri hanno conquistato la qualificazione alla prossima Champions League in extremis ai danni del Napoli, suicidatosi contro il Verona. Alla vigilia dell’esordio dell’Italia agli Europei, la Redazione di Live&Football, ha contattato, in esclusiva, il Direttore Sportivo Ilario Pensosi.

Ilario Pensosi

Ti aspettavi un epilogo di campionato così?

Il campionato è la rappresentazione della pandemia. La conquista del campionato è dettata dalla capacità dell’ Inter di concorrere per gran parte della stagione per una solo competizione.
La Juventus ha ricominciato un ciclo , per cui il suo andamento era previsto , anche se il debutto di Pirlo è positivo. La contesa della Champions League è dovuta all’unanimità di livello delle squadre di punta e questo rende il calcio competitivo.

Il Napoli ha gettato via la qualificazione alla Champions League. Gli azzurri sono stati traditi da una mancanza di mentalità?

Il Napoli è stato penalizzato dall’assenza di calciatori determinanti nelle gare. La loro presenza nel ritorno di campionato ha inciso nell’andamento crescente del Napoli. L’ instabilità società in alcuni frangenti e il rapporto scontroso con Gattuso ha segnato questo anno. Sono desolato per Gattuso, unico protagonista di questo Napoli.

Secondo te la classifica finale della Serie A rispecchia i veri valori?

La classifica rispecchia il calcio di questo anno pandemico. Sono sempre convinto che senza pandemia, si verifica una grafica diversa da questo anno.

Estate turbolenta per gli allenatori, il valzer della panchine ha colpito quasi tutte. Che ne pensi?

Il valzer degli allenatori è sempre esistito ogni anno. Questo anno si evince in quanto tante società riaprono un ciclo, per cui è fisiologico il cambio dello staff. Oramai il calcio di oggi è talmente in continuo cambiamento di società, investitori e scelte manageriali che si ripercuote sulla scelta degli allenatori.

Quattro club del Nord in Champions League: è tornato il dominio del Nord a scapito del Sud?

Le proprietà straniere che acquistano le società italiane, hanno consentito il dominio al nord. Difficilmente ritrovi queste proprietà al sud .
La differenza sostanziale è la ricerca di affari, investimenti e business che nel nord si può attuare.

Suicidio Benevento: è una retrocessione meritata oppure è stato penalizzato fortemente dagli arbitri?

Inzaghi protagonista in serie B, non ha inciso fino in fondo nella serie A. Occorreva come nel Torino un cambio di allenatore nella seconda parte. Poi, credo che alcune linee di mercato, in particolare la scelta degli attaccanti non ha sperato i risultati attesi. Gli arbitri non mi pronuncio, complicato questo mestiere prima, oggi e in futuro.

Sarà un mercato low cost? Che colpi ti aspetti quest’anno?

Un mercato di occasioni, e di ricerca dei giovani talenti in Italia.
Il taglio ingaggi, le spese da ridurre costringendo le società a pianificare il mercato.
Le squadre blasonate apporteranno lievi modifiche e molto dipende dagli allenatori facenti parte. Ci sarà una politica di mercato di ringiovanimento e di affari.

Empoli e Salernitana in Serie A più una tra Cittadella e Venezia. Credi possano tenere la categoria?

Empoli persegue la sua linea anche in serie A, lo ha dimostrato nelle passate occasioni e lotta per la salvezza e nella valorizzazione dei giovani. La Salernitana è un cantiere aperto, in relazione alla proprietà che subentra; impiegheranno tutte le forze per starci in serie A.
Venezia e Cittadella complimenti a entrambe. A volte spendere tanto non serve. Conoscere la categoria e i giocatori, indovinare mister e ds prevale sul potere economico. Sono curioso loro cosa faranno in Serie A.

Cosa ne sarà dei campani? Lotito riuscirà a vendere il club? Ed a chi?

Probabilmente cede la Salernitana. Per me tenta fino all’ ultimo di trovare una soluzione affinché lui in modo indiretto governa questa società . La nuova norma vieta ciò. Se effettua la cessione, ricercherà una cifra elevata per il blasone di piazza, e perché è una società sana e senza debiti. La cessione avverrà sicuramente con imprenditori seri, esperti che hanno a cuore e sorte la Salernitana.

Quali sono state per te le rivelazioni e le delusioni di questa Serie A?

Le delusioni Parma, Fiorentina e Cagliari anche se si è salvato. Le premesse erano altre considerando rosa, staff e proprietà. Le rilevazioni Spezia, Sassuolo e Verona merito agli allenatori, direttore e presidente.

LEAVE A RESPONSE

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *